Author Archives: Lea Giacopuzzi

Ricetta Lumache con Verdurine Croccanti e Funghi Porcini

23 Mar 17
Lea Giacopuzzi
No Comments

Lumache con Verdurine Croccanti e Funghi Porcini

Piatto realizzato da Maria Crescini di El Licencì Kilometrizero

ricetta lumache

Difficoltà: media

Tempo: 90 minuti

Scopri la nostra recensione del ristorante El Licinsì di KilometriZero a Brescia

Ingredienti x 4 persone

300gr. di lumache pulite (va bene anche acquistarle già sbollentate)

150 gr. di porcini

2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

100 gr. di burro

1 cipolla

2 carote

2 coste di sedano

Sale e pepe q.b.

Prezzemolo q.b.

½ bicchiere di vino bianco

½ bicchiere di panna da cucina

 

Procedimento

  1. Pulire e sbollentare le lumache per 1 ora e 30 minuti (o acquistarle già cotte).
  2. Tagliare tutte le verdure a cubetti.
  3. In una padella antiaderente versate l’olio extravergine d’oliva.
  4. Adagiate nella padella il burro e fate sciogliere lentamente.
  5. Aggiungere le cipolle tagliate finemente a cubetti e fate rosolare senza farle colorire.
  6. Aggiungere le lumache sbollentate.
  7. Versare il vino bianco secco e sfumare.
  8. Aggiungere i porcini tagliati a cubetti medi.
  9. Fate cuocere per circa 10 minuti a fiamma bassa.
  10. Aggiungere le verdure tagliate a cubetti in precedenza.
  11. Quando il sugo di cottura si sarà ristretto leggermente, aggiungere la panna da cucina.
  12. Aggiustare di sale e pepe.
  13. Distribuire del prezzemolo tritato finemente e impiattate.

Ristorante El Licinsì di Kilometri Zero

23 Mar 17
Lea Giacopuzzi
No Comments

Il Ristorante El Licinsì di KilometriZero è una bella scoperta. In una giornata di sole, ma l’effetto sarebbe lo stesso in una giornata di pioggia, dal centro, piacevolmente, si attraversa Campo Marte, il parco sportivo vicino al centro di Brescia, e si sbuca nelle vie del quartiere che si sviluppa sulla destra di Via veneto (o sulla sinistra, per chi viene dalla periferia nord della città). A pochi passi, in via Monte Grappa 15, scoprirete questo piccolo locale, che si è rivelato una vera sopresa.

Il quartiere del ristorante El Licinsì

Via Monte Nero, Monte Grappa, Campo Marte, vie particolari della città. I palazzi cambiano forma. Diventano alti, con i portoni di legno, le finestre e le facciate di muratura decorate con pietre a vista e cornici alle finestre ampie, un po’ come nei palazzi storici del centro. Le vie sono viali alberati e le strade brulicano di piccoli bar e botteghe. Un’atmosfera particolare che consiglio di sperimentare provando a perdervi e osservando le villette con i giardini ampi ed arredati ed i palazzi. Sia che veniate dal centro sia che invece veniate da altri quartieri, di giorno o di sera (il Licinsì è aperto anche per cena) sarà una piacevole passeggiata.

casonsei el licinsì ristorante brescia

In questa parte della città che è viva ma mai caotica si apre la piccola vetrata di ingresso del Licinsì di KilometriZero. Potrebbe sembrare un negozio ed invece è un piccolo ristorante, che conserva lo stesso sapore allegro e rilassante del quartiere in cui si trova.

Il Ristorante ed il Servizio

Una breve passeggiata e un piacevole locale. Appena si entra lo spazio è raccolto, senza essere silenzioso. Ci sono pochi tavoli a breve distanza l’uno dall’altro in legno grezzo. Alle pareti vecchie fotografie, una lavagna con il menù del giorno, i prodotti a kilometro zero del ristorante (conserve, bottiglie di vino) e gli attrezzi del mestiere. Sui tavoli tutto apparecchiato in modo semplice e curato.

Il personale del locale, i titolari e una cameriera, vi accoglieranno in modo piacevole, informale ma discreto e soprattutto gentile, ma non stucchevole. Un modo semplice, cordiale e gentile. Il menù non è alla carta, è alla lavagna o dalla bocca della cameriera.

Il servizio è veloce ed accurato. Piatti, posate, bicchieri richiamano lo stile country francese. I proprietari hanno scelto con cura anche questi, facendoli arrivare da un artigiano di Firenze.

Nell’attesa tra il momento dell’ordinazione ed il momento in cui potrete assaporare i piatti, che sarà breve, vi terrà compagnia un piccolo vasetto con delle piante grasse al centro del tavolo, ma soprattutto la musica discreta che si mischia al silenzio del locale, in una piacevolissima atmosfera rilassante. Vi assicuro che nonostante fossimo circa 20 persone all’interno del locale, non ho minimamente percepito un momento di tensione, di fatica, di confusione, nemmeno da parte del personale, preso dalle ordinazioni e dal servizio all’interno di uno spazio raccolto.

Siamo in un Licinsì, non in un ristorante. Questo locale vi accoglie in pochi ed è il suo bello.

Il Menù

Con 10 euro potrete beneficiare del menù pranzo, primo o secondo, acqua, dolce o contorno e caffè. Acqua o vino a scelta. Oppure potrete abbuffarvi ordinando tutto.

Il menù propone piatti della cucina bresciana, cucinati con le ricette tradizionali, ma soprattutto con ingredienti e materie prime ricercate. Questo ristorante nasce infatti dall’esperienza dei titolari nel negozio a KilometriZero di Via Veneto, rinomato per la cura nella ricerca dei prodotti, che non solo devono essere del territorio, ma devono essere prodotti come ci ha insegnato la tradizione contadina. Non tutti i produttori insomma entrano nel negozio Kilometri Zero di via Veneto e i prodotti con cui sono cucinati i piatti del Licinsì vengono solo e proprio da questo negozio e dalla ricerca e conoscenza dei prodotti dei proprietari.

Abbiamo ordinato un po’ tutti i piatti: gnocchi al gorgonzola, zuppa di cipolle, zuppa di patate e verze, casoncelli ricotta e spinati, casoncelli di carne, frittata di verdure, manzo all’olio, insalata di gallina, torta allo yogurt, il Cremoso, la torta di grano saraceno e marmellata ai frutti di bosco.

Ma ancora più piacevole sono state le esclamazioni dei commensali una volta che hanno assaggiato il loro piatto. Uno dopo l’altro, dopo il primo cucchiaio o forchettata, hanno onestamente e con stupore esclamato: Buono! Un po’ l’effetto che ti può fare il sapore della zucchina o degli spinaci la prima volta che hai la fortuna di poterli acquistare in un piccolo negozio a kilometro zero o direttamente dal contadino piuttosto che al supermercato. Il cibo ha realmente (e purtroppo) un altro sapore e nel momento in cui è cucinato con cura acquisisce bontà. Il giorno successivo, siamo andati in un altro ristorante a mangiare (le recensioni alla prossima volta). Ho chiesto ad un mio amico se fosse buona la carne che stava mangiando (avevo ordinato la stessa cosa). Mi ha risposto: “Sì…. Certo che però dopo il locale in cui siamo andati ieri … tutto sembra … così….”. Questo dovrebbe farvi capire come tutti i piatti li abbiamo trovati deliziosi.

E dulcis in fundo, da non sottovalutare, se uscite a mangiare in molti e a pranzo per lavoro, si può pagare separatamente, anche se si è in tanti, e il resto non manca mai.

Come dire, Il Licinsì di KilometriZero è più che consigliato.

Leggi la ricetta delle lumache con verdurine croccanti e funghi porcini di Maria Crescini, chef del El Licinsì Brescia

Ascolta la storia e la filosofia del ristorante El Licensì direttamente dalle parole del titolare Dario Scolaro